UNA GIORNATA A HOGWARTS


Resoconto dal PotteRaduno dei fans di Harry Potter –  4 Febbraio 2012 (Fiera del Fumetto, Novegro Esposizioni, Milano)

Il 4 e 5 febbraio 2012, a Novegro, sobborgo alla periferia est di Milano, è accaduta una magia: decine di persone, estranee fra loro, si sono incontrate come in una grande famiglia nel nome di una passione comune, quella per il magico mondo creato dalla penna di J.K.Rowling. Nella cornice della Fiera del Fumetto, una parte del padiglione si è trasformata nella Sala Grande, nell’Aula di Pozioni o di Cura delle Creature Magiche, nel Binario 9 e ¾ e nelle vie di Hogsmeade, ricche di bancarelle e negozi per ogni gusto, dalla Gringott a Mielandia (con tanto di Cioccorane e Gelatine Tuttigusti+1); c’è stato un via vai costante di mantelli e cappelli a punta. Il programma dei due giorni era ricco di incontri; lezioni di Pozioni con un fantastico Prof. Piton o di Astronomia con il Circolo Astrofili di Rozzano, e poi quiz potteriani, Divinazione, e incontri con alcuni autori che si sono cimentati in libri sull’universo letterario di Harry Potter. Tra loro, c’eravamo anche noi di Potterologia; insieme a me, Marina Lenti, ormai amica che vedo sempre con grande gioia, e Paolo Gulisano, che ho avuto il grande piacere finalmente di conoscere.

Con la splendida vetrata della Sala Grande a farci da sfondo, abbiamo trascorso un’ora e poco più a raccontare della nostra avventura potterologica; come è nata l’idea, come ci siamo trovati coinvolti, lo scopo benefico a favore di Theodora onlus, le nostre impressioni. Ciascuno di noi ha raccontato brevemente l’argomento del suo saggio, arricchendolo con excursus e approfondimenti; Marina ha raccontato della figura storica di Nicolas Flamel, del suo rapporto con l’alchimia e di come questa possa influenzato la Rowling nella stesura della saga. Io ho parlato della rappresentazione del mondo animale in Harry Potter e del perché i Dissennatori non possono essere considerate creature, e Paolo ha parlato dell’amicizia in Harry Potter ma anche dei luoghi della Rowling e delle suggestioni che l’hanno ispirata, come quelli della Scozia e della città di Edinburgo.

Il pubblico era numeroso e molto attento; alla fine ci sono state anche domande e commenti, in particolare un dibattito sulla differenza tra saggistica e fan fiction. A fine presentazione, molti si sono avvicinati per scambiare impressioni e commenti con noi autori; è stato bellissimo vedere come i libri di Harry Potter parlino al cuore di così tante persone e ispirino sia sensazioni comuni e condivise sia personali e uniche.

La giornata poi per me è proseguita con una nuova, entusiasmante esperienza; vestire per un’ora i panni dell’insegnante di Cura delle Creature Magiche, la Prof.ssa Caporal. Sono stati gli organizzatori del raduno, trovatisi all’ultimo con un ‘buco’ nel programma, a chiedermi di preparare una lezione, in quanto ‘esperta’ (anche se è una parola grossa) di animali nel mondo di Harry Potter. Confesso che ero molto agitata all’idea, avevo paura di fare una brutta figura davanti a tante persone, ma non potevo lasciarmi scappare l’occasione di contribuire a dare vita, per un giorno, al mondo di Hogwarts. Così, vestita di abito lungo, mantello nero, cappello da strega e rigorosamente armata di bacchetta ho “testato” i miei numerosi studenti con un quiz su alcuni animali fantastici (volutamente spiritoso, secondo il migliore spirito rowlinghiano) tra i più curiosi e i meno conosciuti, come il Plimpy, il Dugbog e il Camuflone. Ho concluso la lezione con la Sfinge e il suo enigma (ideato e gentilmente concesso da Livia Rocchi, editor di Potterologia) e un certificato di promozione per i bravissimi allievi.

E’ stata un’esperienza unica, divertentissima e anche, in un certo senso, commovente. Sì, non ho sbagliato aggettivo; è stato commovente vedere quanto un mondo immaginario ma estremamente reale e fantastico abbia significato, e continui a significare, per così tante persone, unendole all’insegna della creatività, dell’allegria e della voglia di stare insieme.
Non posso non concludere ringraziando di cuore i fantastici organizzatori Angela Martinetti(www.le3befane.com) che ha creato anche la maggior parte dei materiali esposti, Paola Bottero (http://www.giratempopub.it/), Enrico Rinaldi e Daniela Marchegiani, che hanno reso la magia reale perché, come ha detto J.K.Rowling:

“Hogwarts sarà sempre là per accoglierci a casa”.

Chiara Segré

La foto di Chiara Segré nei panni della Prof.ssa Caporal sono state effettuate da Rosella Mariotti.

Le foto degli ambienti sono prese dalla gallery della pagina Facebook ufficiale del PotteRaduno

http://www.facebook.com/home.php?#!/pages/PotteRaduno-4-5-Febbraio-Milano/309051769114953

 

 

 

Annunci

2 Risposte

  1. Kiki, sei belliFFima!!!

  2. Amne, sei sempre troppo buona, non sei obiettiva :-))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: